sabato 6 novembre 2010

X.Org fa compagnia a Gnome su Ubuntu

Era da tempo che aspettavo questa mossa. Francamente non ci speravo più...e invece!
Ebbene si Ubuntu è la distro che osa ove nessuno ha mai osato: cestinare x11. Per i meno esperti spiegherò in breve di cosa si tratta. x11 è il gestore grafico Unix, cioè è quel componente che si occupa di gestire i display dei nostri personal computer. Questo importantissimo software disegna tutti i vari componenti che vanno a costituire l'interfaccia: finestre, puntatore del mouse, ...
Il vero problema è che questo pezzo di software è un retaggio degli anni 80, e adesso, date le nuove tecnologie, comincia a stare stretto un po' a tutti. Ubuntu così inizierà a valutare come muoversi verso il più giovane Wayland che promette di non infastidire l'utente con lo sgradevole effetto di tearing:
Effetto Tearing
cioè quell'effetto di immagine spezzata o, peggio, di parti di componenti grafici che rimangono su zone limitate di schermo (abbastanza frequenti su x11).
L'unico problema per la transizione sembra essere proprio dei driver video. Ubuntu si lascia un buon margine di tempo: per la versione 11.10 inizierà la migrazione.

Sempre in tema di cambiamenti grafici, torniamo al tanto agognato Gnome che nei giorni scorsi ha fatto sfoggio dei suoi muscoli ad Ubuntu con un nuovo tema grafico. Bianco, semplice e con pochi fronzoli, proprio il vecchio stile Gnome!
Tema "Adwaita"
Ovviamente il team di Gnome fa le cose per bene e mostra sia cambiamenti "over the hood" che "under the hood" e partorisce il nuovo Mutter. Prestantissimo.
Lo si sa, il team di Ubuntu quando prende una decisione è difficile che cambi idea...ma chissà che Gnome non faccia il solletico ai grafici di Ubuntu?!?!?

Nessun commento:

Posta un commento